Martedì, 10 Novembre 2020 16:56

Tre modi in cui la pandemia Covid-19 ha cambiato le strategie di pubblicità digitale

Tre modi in cui la pandemia Covid-19 ha cambiato le strategie di pubblicità digitale

Il Covid-19 ha cambiato molte cose nel mondo in un brevissimo lasso di tempo. Ha completamente trasformato il modo in cui interagiamo con gli altri, lavoriamo, viaggiamo e facciamo quasi tutte le attività quotidiane. Non dovrebbe sorprendere che abbia avuto un impatto anche sul marketing, eppure molte aziende hanno fatto poco o niente per adattare le loro strategie di marketing digitale in risposta alla pandemia. 

Secondo un rapporto di Advertiser Perceptions, un terzo degli inserzionisti ha annullato del tutto i propri piani di campagna a causa di interruzioni correlate a Covid-19. Tuttavia, la spesa dei consumatori è in forte espansione e le vendite di e-commerce sono superiori del 30% rispetto al 2019. Pertanto, è imperativo adeguare le strategie di marketing digitale per soddisfare le aspettative dei consumatori, piuttosto che attenersi ai vecchi piani o eliminarli del tutto. Ecco alcuni modi in cui la pubblicità digitale è cambiata negli ultimi mesi e ciò che i professionisti del marketing devono sapere per mantenere le loro strategie pertinenti.

1. Il problema della verità nella pubblicità

Le persone sono sempre state un po’ diffidenti nei confronti dei messaggi di marketing. Non è un segreto che molte affermazioni dell'azienda tendono a essere esagerate. La verità nella pubblicità è più importante che mai in questi giorni. Solo negli ultimi mesi, Facebook ha dovuto rimuovere più di sette milioni di post di annunci che erano considerati "marketing della cospirazione" relativi alle informazioni sul Covid-19.

I professionisti del marketing digitale saranno tenuti a standard più elevati in futuro, soprattutto se i loro prodotti sono anche lontanamente correlati alla pandemia. A maggio, Facebook ha posto restrizioni agli inserzionisti che promuovono prodotti come detergenti disinfettanti. Questo divieto specifico è stato revocato ad agosto, ma molti spazi pubblicitari online continuano a rimuovere le informazioni fuorvianti, che potrebbero essere dannose per la salute o il benessere delle persone.

Anche se la tua azienda potrebbe non promuovere nulla in merito alla pandemia, devi essere consapevole dei cambiamenti che questo sta portando per quanto riguarda i messaggi di marketing. Le false informazioni possono diffondersi a macchia d'olio e ora stiamo vedendo quanto possano essere pericolose.

Costruire la fiducia con il tuo pubblico è un elemento chiave di qualsiasi strategia di marketing digitale. L'obiettivo dei tuoi annunci deve essere la promozione della precisione. Sii consapevole della reputazione della tua azienda e fai il backup di eventuali reclami o dati utilizzati nei tuoi annunci.

2. Possibile riduzione degli spazi pubblicitari locali

Purtroppo, molti piccoli punti vendita pubblicitari sono stati duramente colpiti (prima e durante) la pandemia. Una cosa importante che emerge da tutto ciò, è un più stretto senso di comunità e un'attenzione particolare alle notizie e alle informazioni locali. La gente fa molto più affidamento sulle notizie nei loro quartieri come non mai. Il consumo di "media" è aumentato nel corso di quest'anno e molte persone stanno ora preferendo fonti locali a quelle nazionali. Secondo Pew Research, attualmente il 23% delle persone presta maggiore attenzione ai punti vendita a livello statale e locale e il 61% è più interessato le fonti delle informazioni rispetto a prima. Questo apre un'opportunità (in particolare per le PMI con budget limitati) per supportare le piccole imprese e diventare iper-localizzate.
Le persone ora cercano fonti di notizie locali per informazioni su fatti che accadono nelle loro comunità. Ciò crea un'opportunità d'oro per i Brands di connettersi con i clienti nella loro zona, supportando allo stesso tempo inserzionisti e punti vendita locali ". Questo è il momento perfetto per concentrarsi sul marketing di contenuti localizzati attraverso spazi pubblicitari tradizionali e digitali. Utilizza i canali più piccoli che si concentrano su mercati mirati e aumenta la specificità nei settori locali in cui fare pubblicità.

3. Adattamento alla nuova normalità

Gli inserzionisti devono adattare i propri messaggi al nuovo modo in cui opera il sistema (e come opererà in futuro). Ciò implica fare i conti con le nuove tendenze e e le nuove abitudini come l'allontanamento sociale, l'importanza della sicurezza e della pulizia o la comodità limitando i viaggi e l'esposizione. I Brands piu' attivi stanno cambiando i loro messaggi in risposta all'attuale pandemia. Ad esempio, i servizi di consegna di cibo a domicilio ora stanno promuovendo modalità "senza contatto" e le compagnie aeree stanno creando annunci che mostrano nuovi protocolli per garantire la sicurezza dei viaggiatori. È comunque importante che i messaggi di marketing digitale siano ancora pertinenti e in linea con gli interessi e le preoccupazioni del cliente. Questo richiede una maggiore creatività, ma è nessario concentrari sui modi in cui il marchio rende le cose più facili, migliori o più sicure per le masse.

In conclusione, per ottenere migliori conversioni, è necessario essere costantemente al passo con le nuove tendenze. Il Digital Marketing è frenetico e le cose stanno e sono cambiate a un ritmo ancora più rapido durante la pandemia. Le strategie di marketing digitale devono tenere il passo per garantire che i clienti rimangano coinvolti e l'attività continui a crescere. Quindi, occorre domandarsi: quali modifiche ho intenzione di apportare al mio piano di marketing, quali altre cose sono cambiate e con le tue strategie quest'anno?

 

fonte: Marketingtechnews

Letto 455 volte